Categoria: Uncategorized

Il tuo lavoro non è la tua vita (HAHAHA SEMBRA UN TITOLO DI INTERNAZIONALE BY OLIVER BURKEMAN)

Incredibile, l’ultima volta che ho scritto due righe eravamo nel decennio scorso. Uh, come passa il tempo. Vorrei parlare di alcune cose sciocche, al mio solito, che tramite un procedimento induttivo mi rivelano aspetti più en profondeur del nostro miserando passaggio su questa terra….

Tu vuo’ fa’ l’Americano (Campari, vermut e una spruzzata di soda).

Comunque, io le prendevo. Se da piccolo facevo il cretino, le prendevo. (intravedo già pedagoghi contemporanei che si stracciano le vesti per l’orrore) Non so, magari sono stato l’ultimo bambino nell’Occidente industrializzato a prenderle. (Te ne do tante che te le ricordi finché non…

30 anni, Bologna, dicembre.

  Ma in fondo, che ne so? C’è sempre uno iato considerevole fra il nostro lavoro di insegnanti e le persone che siamo. Ogni mattina io sono deputato a “sapere”, devo rispondere a domande che spaziano dalla perifrastica passiva (non lo so nemmeno io)…

Comodità dannose.

Tre cose che trovo assurde: 1- Se sei in salute, utilizzare la macchina in città per spostamenti entro i 10 km è PURA FOLLIA. (Facciamo 5 per i meno allenati, ma vi garantisco che dopo un mese 10 km diventano un’inezia). Il freddo, dopo…

Ho giocato a calcio

male, chiaramente. Non per mia volontà. Serviva il decimo giocatore a degli amici che giocavano sotto casa e che fai, dici di no? Tuttavia, se non sei buono a 13 anni, di certo non lo diventi a 29. Se volete saperlo la partita di…

Vita nova

Faccio fatica a liberarmi da schemi passati, suppongo si possa parlare di “traumi”, così tendo a vedere vecchie sofferenze un po’ dappertutto. Ma categorizzare di continuo, leggere la realtà tramite paradigmi immutabili è la colpa più grave che si possa imputare ad un individuo,…

Sera, tecnologia e Mediterraneo.

Sera, quasi mezzanotte. Il computer è silenzioso, aperto sulla scrivania, circondato da libri che potrebbero offrire una qualche soluzione. A cosa, poi? Difficile a dirsi, ma di fatto mi piace pensare che ogni autore della storia  della letteratura abbia scritto per rispondere a qualche…